Blog

PO FESR 6.5.1

Il 12 marzo scorso è stata pubblicata la graduatoria dei progetti finanziati con l’azione 6.5.1 del Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (PO-FESR) nella quale rientra il progetto per la tutela e la conservazione dell’Oasi di Ponte Barca a Paternò.

Il progetto, con un importo di poco più di 1,1 milioni di euro, si pone gli obiettivi di:

  • ripristinare gli habitat naturali per gli uccelli a rischio di estinzione;
  • realizzare piccole strutture in legno per il monitoraggio dell’avifauna;
  • attivare un sistema di videosorveglianza come deterrente all’abbandono dei rifiuti.

Tra gli interventi di progetto, oltre ad una serie di opere di ingegneria naturalistica, è prevista un’azione innovativa di tutela mediante  l’istituzione di un sistema di MONITORAGGIO CIVICO AMBIENTALE sull’area: una forma di partecipazione pubblica dei cittadini finalizzata alla tutela attiva dell’ambiente e del paesaggio, che coinvolgerà in modo diretto le comunità locali (associazioni, scuole, liberi cittadini), accrescendone anche consapevolezza e competenze nella partecipazione alla conservazione del paesaggio.

Il progetto è frutto di un percorso di co-progettazione, avviato nel 2019, tra il Comune di Paternò, Università degli Studi di Catania e la società civile riunita nelle associazioni Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto, LIPU Catania e Vivi Simeto.

Related Articles

Informazioni

Il Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto è una rete di decine di associazioni e singoli cittadini della Valle del Fiume Simeto (ubicata in Sicilia, ai piedi del Monte Etna, tra le province di Catania ed Enna) che opera dal 2015 per promuovere un grande piano di Sviluppo Sostenibile e di Tutela Proattiva della Valle, dei suoi ecosistemi e delle comunità umane che vi risiedono.

Il Presidio