Blog

Incendi estivi

L’estate 2021 passerà alla storia per essere stata una delle più roventi degli ultimi 20 anni. In Sicilia, a causa degli incendi, sono andati in fumo migliaia di ettari di terreni boschivi e agricoli.

Gli incendi hanno raggiunto le abitazioni e i fondi agricoli, causando la perdita di foraggio e costruzioni con conseguenti situazioni di reale pericolo per persone e animali. 

Il Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto, ha presentato un esposto alla Procura di Catania e uno alla Procura di Enna denunciando le azioni incendiarie che quest’estate hanno devastato interi territori nel catanese e nell’ennese, soprattutto quelli ricadenti nel Patto.

Le azioni del Presidio sono andate oltre, richiedendo e ottenendo un’audizione all’Assemblea Regionale Siciliana e facendosi portavoce delle istanze degli agricoltori e degli allevatori, raccolte durante tutta l’estate.

Il presidente David Mascali: “Ci siamo fatti portavoce delle istanze degli agricoltori e degli allevatori raccolte in un documento che abbiamo consegnato ai deputati regionali. Abbiamo posto alla loro attenzione alcune parole chiave prevenzione e formazione sul fronte incendi, investimenti in viabilità e gestione delle acque, programmazione”.

Sono stati affrontati temi che riguardano la gestione delle strade interpoderali, i problemi riguardanti la gestione idrica delle oasi naturalistiche, la sicurezza delle campagne. In merito al ripristino delle strade interpoderali ci è stato preannunciato che il Governo e il Parlamento Regionale stanno elaborando una strategia affinché con l’utilizzo di fondi europei per avviare una vasta opera infrastrutturale sulle strade interpoderali e creare laghetti in area rurale, sia a scopo agricolo che per fronteggiare gli incendi”.


Stampa   Email

Related Articles